criterion-night
night1
night4
NightOfLivingDead2.0
NOTLD_4K_Poster_Approved_1200_1755_81_s
criterion-night
night1
night4
NightOfLivingDead2.0
NOTLD_4K_Poster_Approved_1200_1755_81_s

La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead) di George A. Romero

LUMPEN – Il Cinema in testa
in collaborazione con
Comune di Palermo
Assessorato alla Cultura
Minerva Pictures
Tipografia dell’Università – Palermo

rassegna cinematografica
Il Cinema Ritrovato a Palermo 2017/2018
direzione artistica Franco Maresco

VENERDI’ 16 FEBBRAIO 2018 ORE 21
CINEMA DE SETA
(Cantieri Culturali alla Zisa – Via Paolo Gili, 4 – Palermo)

Anteprima de “Il Il ’68 con il cinema intorno”
La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead) di George A. Romero.

L’estate scorsa è morto George Romero, meraviglioso e geniale maestro dell’horror moderno, autore che ha nobilitato questo genere cinematografico portando una riflessione politica ( e una critica politica ) che prima di lui si può ben dire i film di ” paura ” non consideravano. Conosciuto dalla fine degli anni Sessanta, quando il cinema americano si sta rinnovando nella forma e nell’impegno politico, in sintonia con i i rivoluzionari cambiamenti del decennio, Romero può essere considerato uno dei pochissimi rinnovatori del cinema orrorifico, riuscendo a mettere insieme grande spettacolo e una visione fortemente critica della società contemporanea, sempre più ossessionata dal consumo delle merci e sempre più alienata. La notte dei morti viventi viene girato con un budget ridotto ai minimi termini e attori pressoché sconosciuti, arrivando nelle sale americane nel 1968. Le immagini sono in un b/n contrastato ed efficace, la macchina da presa è mobilissima, alla maniera di certi documentari dell’epoca, il risultato di una originalità esaltante. Un aspetto significativo del cinema di Romero è che si deve a lui il successo, presso il pubblico degli ultimi decenni, degli zombi sul grande schermo. Non che prima questo genere di ” mostro ” non fosse mai apparso nel cinema americano, basti pensare a un piccolo capolavoro come Ho camminato con uno zombi ( 1943 ) del geniale Val Lewton, il produttore regista che di fatto ha inventato l’horror moderno ( a lui si deve, tanto per citare un titolo stratosferico, Il bacio della pantera, 1941 ), ma si tratta di casi sporadici, visto che a prevalere sono creature come i vampiri, gli spettri e perfino le mummie. Romero invece ha la geniale intuizione di rilanciare sullo schermo cinematografico questi esseri, la cui credenza è diffusa nell’America centrale, trasformandoli in una potente metafora dell’umanità contemporanea occidentale, protagonisti di alcuni memorabili film che possono essere considerati non solo straordinari esempi di horror, ma anche potenti esempi di cinema politico. La notte dei morti viventi lo riproponiamo, al cinema De Seta, venerdì 16 febbraio alle ore 21.

Lingua originale con sottotitoli

ingresso 5 euro
prevedite billetto.it
associazionelumpen@gmail.com
www.associazionelumpen.com

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *